Honeymoon/1

20/12: volo per New York cancellato. Si ringrazia sentitamente la British Airways per non averci avvisato in tempo, proponendoci così di partire non prima del 24! Non ci perdiamo d’animo e dopo raffiche di telefonate con il call center British ci rivolgiamo alla vecchia e cara Alitalia che finalmente, con soli 2.000 euro, ci fa partire il giorno dopo! Intanto pernottiamo a Fiumicino…New York, stiamo arrivando!!!

21/12: New York, siamo arrivati!!! Vicchia completamente rincoglionito dal fuso orario inizia a regalare mance a chiunque: dal tizio che smercia i carrelli all’aeroporto, al tassista passando per il concierge e per il facchino. Finalmente si mangia!!! Vicchia sempre più vittima del jetlag ordina alle 24 locali (ore 6.00 italiane) un piatto di Buffalo wings (ali di pollo arrostite in salsa piccante) con salsa alioli e una baked potato…

22/12: primo giro per la grande mela. Visitiamo Central Park, passeggiamo per la 5th Avenue, la Madison e la 7th per finire a Broadway. Pranziamo alle 16,00 locali nei pressi di Times Square. La Destra da i primi segnali di intolleranza al cibo made in Usa. Ordiniamo: un chili hot dog per Vicchia e uno semplice senza salse per Destra. Al primo morso Destra arriccia il naso e aggrotta la fronte…palese disgusto. Tocca al Vicchia con estremo sacrificio pulire a specchio i piatti di entrambi…con tanto di birra rossa doppio malto! satisfaction!!!!

23/12: Ore 12,00 locali, apriamo le tende della nostra suite al 40esimo piano, il cielo è bianco, spaventosamente freddo solo a guardarlo. Vicchia ha la fantastica idea di andare a visitare Ellis Island e la Statua della Libertà, per farlo bisogna prendere il ferry boat. Giungiamo al molo, vento forza 7, mare forza 9, temperatura intorno ai -2, una fila lunga 200 metri e la Destra che propone di tornare domani. Vicchia insiste, la dama verde è un must, non possiamo perdercela per il freddo…alla fine controlli come in aeroporto, la Destra tastata dalla poliziotta, Vicchia si spoglia…ci imbarchiamo come gli emigranti dei primi del ‘900…stipati, infreddoliti e ognuno con una lingua diversa…
Arriviamo e….con stupore, allibiti, attoniti esclamiamo: “Tutto sto freddo per ‘sta statua del cazzo!!! Alla quale non si può nemmeno accedere perchè la visita andava prenotata on line un mese prima….Ma andassero affanculo gli americani, i francesi e pure gli spagnoli, che non fa mai male….”

24/12: si avvicina il natale, Destra si ditarculizza su due obiettivi: 1) il coro gospel da ascoltare in una chiesa qualsiasi, 2) fare shopping ad minchiam da Macy’s (the largest shop in the world…). Ma c’è il sole e prima si sale sull’Empire State Building…vista incredibile…30 minuti di fila e 80 dollari spesi tra biglietti e souvenir. Seguono Victoria’s Secrets e Macy’s…oggi abbiamo scoperto il significato del termine consumismo…pur senza compere

25/12: buon natale!!! visitiamo il Rockfeller Center…embè, tutt0 qui? unica vera sorpresa il giapponese a cui abbiamo chiesto di farci una foto e l’ha pure sbagliata…prendiamo la subway per Little Italy, unico quartiere con le auto parcheggiate su entrambi i lati (mah), incrociamo China Town (Destra va in paranoia, calano le tenebre e la temperatura e di converso aumenta la sua paura di avere un arresto cardiaco nel cuore della piccola Cina). Proseguiamo per il Brooklyn Bridge…non lo attraversiamo perchè la Destra sempre più convinta di avere un arresto cardiaco a causa del freddo (siamo a -3) implora Vicchia di toranre in dietro…

26/12: San Francisco stiamo arrivando!!! E invece no, a discapito di quanto postato su fb da Vicchia, dopo due minuti inizia una bufera di neve (Destra sostiene che qualcuno porti sfiga o che qualcuna stia esercitando le sue arti maligne…). Arrivati al JFK airport veniamo rimbalzati dall Delta Airlines, voli cancellati…inizia il travaglio di Vicchia che chiama per tutto il giorno compagnie aeree, hotel, metereologi di tutto il mondo e persino il amgo Otelma per capire cosa succede, mentre la Destra si scofana una confezione di Pringles sorseggiando succo di frutta e sfogliando quotidiani di cui non capisce una mazza! Unico suo contributo sarà: “Amore, chiama la Delta, dai, magari è cambiato qualcosa” e “perchè gli altri partono?”…mentre tutte le tv dicono che siamo nella terza bufera peggiore dell’ultimo secolo!!!
Intanto, troviamo un primo alloggio in cui arriviamo grazie al passaggio – costo 10 dollari – di un tassista abusivo che ci scarica a 300 metri dall’hotel. Alla reception ci dicono che sono sold out, no rooms available…peccato, Vicchia promana invettive contro tutto e tutti, Destra capisce che è il momento di mimetizzarsi con la tappezzeria della hall…
Barlume di genio della Destra, ci imbuchiamo nella navetta che accompagna la crew di una compagnia, ci facciamo lasciare al Terminal 2 e ricominciamo d’accapo. Vicchia chiama hotel a rotta di collo, alla fine ne trova uno, nessuna possibilità di prenotare al telefono, ci dicono solo di fare in fretta…Prendiamo un taxi al volo, le strade sono ormai coperte di neve, sulla Conduit Avenue incrociamo mezzi bloccati a bordo strada, il nostro tassista guida come se avesse il demonio nei pantaloni, se ne fotte della neve e del culo dell’auto che sbanda ogni due per tre. Arriviamo, fila alla reception, una stanza la si spunta, scendiamo. Puzzo di umido, niente ascensori, bagno microscopico e moquette lorda…la Destra si schifa, ma è buio e fuori c’è tormenta, deve fare buon viso a cattivo gioco…ci tiriamo su il morale con una pizza margherita ordinata al telefono da Sofia’s…con 40 centimetri di neve la pizza arriva ma senza coca cola e con fettine di polpette in gopp’…buonanotte a tutti!

27/12: il volo per las vegas così come prenotato ieri è stato cancellato, chiamiamo la Delta, nessuna possibilità di raggiungere la costa est prima del 29…ok, ci vuole una colazione. Saliamo al piano terra (si, perchè la nostra stanza è nel seminterrato…) la sala refettorio ci accoglie: gruppi di ‘avventori’ stanchi e sgualciti che mangiano avidamente, lo sguardo perso nel vuoto, c’è puzza e sozzura dappertutto, la Destra esclama: “siamo alla Caritas!!”…arrivano i croissant e i muffin, Vicchia ne mangia 4, fa pure la zuppetta con il caffèlatte, se ne fotte beatamente, mentre la Destra a mala pena regge i conati e sfancula con lo sguardo la francesina che la fissa dall’altro capo del tavolo…eppure siamo felici…
nel pomeriggio su pressioni della Destra cerchiamo un altro hotel, all’angolo c’è un Marriott con ristorante, ci avventuriamo, fuori -3 e un vento glaciale che ci taglia la faccia. C’è posto, la Destra si illumina di immenso che Quasimodo non sarebbe capace di immaginarsela, prenotiamo e attendiamo per 3 ore l’apertura del ristorante…intorno solo spazzaneve e tir…

28/12: addio motel da – 1 stella, superiamo i disperati in attesa di prendere una stanza, seguiamo la strada con armi e bagagli fino al Marriott, posiamo le valige e attraversiamo la strada per fare colazione: Destra inorridisce alla vista di polli, riso, peperoni, patate e altre prelibatezze salate alle 10 del mattino. Niente muffin, né croissant o donuts…Vicchia godurioso, ordina pastrami con uova (all’interno della portata anche patate, peperoni e prosciutto cotto), segue un bel bagno caldo…ciao a tutti

to be continued…

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Assirelli Luca
    Dic 28, 2010 @ 21:51:17

    ….STICAZZI!

    Rispondi

  2. xyz
    Dic 28, 2010 @ 21:56:40

    oh mio dio….

    Rispondi

  3. Liana A.
    Dic 28, 2010 @ 22:33:50

    Se superate il viaggio di nozze, non avrete più paura di niente!!!!

    Rispondi

  4. Elena Bertu
    Dic 29, 2010 @ 09:41:11

    Destra!!!!!!ma non e’ possibile che ti lamenti sempre!!!!!!!!!!!:P

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: